Domenica, 02 Dicembre 2018 13:08

Curiosità sulle patate

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

La patata, un tubero originario del sud America. E’ giunta in Europa tra la fine del Cinquecento e gli inizi del Seicento dai missionari in ritorno dai lunghi viaggi nel Continente Sud americano.

La facilità con cui vengono coltivate le patate ha fatto sì che si diffondessero in tutto il mondo, l’immagine di questo tubero si associa a una cucina povera ma di consistenza.

La patata della montagna è una delle verdure più utilizzate nella preparazione delle ricette trentine: gnocchi di patate, tortel di patate, il Gröstl con patate alla trentina e polenta di patate.

Perché si presta a moltissimi tipi di ricette trentine?

Perché la patata di montagna ha un sapore pieno, una pasta solida che la aiuta a conservarsi a lungo, contiene una quantità maggiore di vitamina C e meno glucosio.

Come sceglierla?

Oltre a scegliere la varietà giusta secondo la ricetta che si vuole preparare bisogna fare attenzione ad alcune caratteristiche: la buccia deve essere integra e privi di tagli, non ci devono essere zone verdognole o annerite e non ci devono essere assolutamente i germogli.

Consigli per un uso corretto in cucina.

  • Non fate la scorta se non le usate in un tempo ragionevole.
  • Meglio comprarle al mercato o direttamente dal produttore.
  • Consumatele con moderazione perché contengono il doppio delle calorie rispetto alle verdure comuni.
  • Usatele in sostituzione ai cereali e ai legumi, per rimpiazzare un primo piatto, la pizza o il pane per diminuire l’apporto calorico generale.
  • Quando le usate come contorno si suggerisce di associarle ai piatti con base di pesce o alle uova.

 Attualmente se ne contano circa 2000 varietà e si suddividono in due categorie principali: a pasta gialla e a pasta bianca.

Sono molto utilizzate dagli sportivi perché contengono Vitamina B6 che serve per la ripartizione del glicogeno, lo zucchero immagazzinato nelle cellule muscolari e nel fegato, necessario per chi si appresta a sforzi fisici prolungati.

Buona lettura e buon uso in cucina.

 

Letto 186 volte Ultima modifica il Domenica, 02 Dicembre 2018 13:09